MisuraInternet
Qualità del Servizio e tutela del consumatore per l'accesso ad Internet da postazione fissa

Programma di finanziamento
(e relativo sottoprogramma)
Delibera AGCOM n. 244/08/CSP,
con finanziamento a carico degli Internet Service Provider
 
Durata

Dal 15 ottobre 2008

Partecipanti

Fondazione Ugo Bordoni (Leader di progetto designato da AGCOM Soggetto Indipendente per l'attuazione della Delibera n. 244/08/CSP)
AGCOM
Iscom
Ispettorati Territoriali MiSE
CNCU
AiiP
Assoprovider
Operatori rete fissa nazionali e regionali

Web Site www.misurainternet.it

Nel 2008, l’AGCOM (Delibera n. 244/08/CSP) ha avviato il progetto italiano per il monitoraggio della qualità degli accessi a Internet da postazione fissa.

Le finalità perseguite sono tre:

  • effettuare misure certificate su tutto il territorio nazionale per comparare la qualità delle prestazioni offerte da ogni operatore di rete fissa, per i profili ADSL più venduti, oltre a creare una rete di monitoraggio nazionale degli accessi in banda larga;
  • mettere in condizione gli utenti di valutare e certificare la qualità del proprio accesso a Internet da postazione fissa, utilizzando specifici software gratuiti (Ne.Me.Sys. e MisuraInternet Speed Test);
  • costituire una base di dati, generata dalle misure certificate e dalle misure derivanti dai software, in virtù della quale estrarre delle statistiche significative finalizzate a monitorare la presenza o meno della banda larga in Italia, la qualità della stessa e la sua evoluzione.

Le misure delle prestazioni delle reti dei singoli operatori, pubblicate sia sul sito del progetto che sui siti degli operatori, costituiscono i valori di qualità dell’accesso a Internet di riferimento per confrontare i profili ADSL presenti sul mercato.

Le principali realizzazioni del progetto sono:

  • Server di misura posti presso i maggiori NAP nazionali (NaMeX di Roma, MiX di Milano e ToPiX di Torino) e relativa architettura
  • Rete per la misura dei valori statistici (sonde presso gli ispettorati)
  • Sistema di gestione sonde e misure (sistema di monitoraggio delle sonde e allarmistica – NOC)
  • Software Ne.Me.Sys.
    Consente agli utenti di ottenere un certificato probatorio, attestante la qualità della propria rete fissa di accesso a Internet. Nel caso in cui l’utente rilevi valori inferiori rispetto a quanto promesso dall’operatore nel contratto stipulato, i risultati di tale misura riportati nel certificato costituiscono prova d’inadempienza contrattuale e possono essere utilizzati come strumento di tutela da allegare al reclamo finalizzato a richiedere il ripristino degli standard minimi e, ove non vengano ristabiliti i livelli di qualità contrattuali, il recesso senza costi. Il certificato viene prodotto alla fine del ciclo di misura (24 misure una per ogni fascia oraria) o viene rilasciato anticipatamente nel caso in cui venga rilevata una palese violazione dei vincoli contrattuali su almeno uno dei parametri misurati. Entrambi i casi sono gestiti in maniera automatica dal software e dal back end del progetto.
  • Software MisuraInternet Speed Test (MIST)
    Permette di ottenere il valore istantaneo della qualità dell’accesso a Internet dell’utente. Tramite questo software non si effettua un test sulla generica velocità di navigazione su Internet, ma si verificano esattamente, in maniera istantanea, le prestazioni della rete dell’operatore che fornisce il servizio di accesso a Internet all’utente. Inoltre MIST comunica all’utente lo stato del proprio PC e della rete locale al fine di suggerire le condizioni del sistema più idonee che consentano una misura attendibile. Nel caso in cui l’utente rilevi valori peggiori rispetto a quanto garantito contrattualmente dall’operatore, o poco soddisfacenti, è consigliato effettuare il test completo tramite Ne.Me.Sys., al fine di ottenere il certificato che riporterà ogni eventuale violazione della qualità promessa.
  • Portale informativo/divulgativo per la banda larga (www.misurainternet.it) che costituisce uno strumento attivo. Infatti, oltre a poter consultare sul sito le prestazioni dei singoli operatori nei territori e le statistiche generali del progetto, l’utente può effettuare delle misure con Ne.Me.Sys e MIST e confrontarle sia con gli impegni dell’operatore che con le misure certificate.

Per comodità di lettura, si riportano gli sviluppi del progetto nel 2014 suddivisi in quattro attività:

  1. Valori statistici (ispettorati)
  2. Sito web del progetto
  3. Utenti Finali
  4. Gestione

Valori statistici (Ispettorati)
Sono stati effettuati interventi di manutenzione e di installazioni ex novo di sonde presso tutti gli ispettorati facenti parte della rete di misurazione dei valori statistici. L’attività di manutenzione durante il quinto anno del progetto è stata prevalente a causa dell’obsolescenza dell’hardware e dell’upgrade delle linee più commercializzate a livello nazionale e regionale.

Sito web del progetto www.misurainternet.it
A seguito dei cambiamenti effettuati da alcuni Operatori sui propri profili commerciali si è resa necessaria la riscrittura dell’intero form d’iscrizione, con relative modifiche sul database del progetto. In particolare, l’introduzione di ulteriori parametri che distinguono i vari profili commerciali ha richiesto, oltre alla riscrittura del form di iscrizione, la scrittura ex novo dell’area privata, in quanto si è reso necessario un cambio di linguaggio di programmazione.

Inoltre l’Agcom ha richiesto l’introduzione di una procedura alternativa e completamente telematica del certificato ottenuto con Ne.Me.Sys. verso l’Operatore dell’utente. Tale invio viene svolto e monitorato completamente dalla FUB, facendo seguito alla richiesta dell’utente. Per poter soddisfare questa richiesta, è stato progettato e creato un sistema che permette all’utente di inviare il reclamo al proprio Operatore semplicemente premendo un tasto nella propria area privata. Sono quindi i sistemi FUB che inviano il certificato tramite PEC all’indirizzo PEC dell’Operatore dell’utente in maniera sicura, avendo prima verificato tutti i vincoli che rendono valido l’invio del reclamo.

Alla luce dei numerosi cambiamenti effettuati sul sito web del progetto, si è resa necessaria un’analisi di sicurezza del sito, delle relative modifiche e la creazione di due siti paralleli a quello in produzione, ovvero un sito di sviluppo e un sito di controllo.

Utenti finali
È stata messa a disposizione degli utenti la versione trial del software MisuraInternet Speed Test per tutti i principali sistemi operativi.

È stata condotta un’analisi e la relativa riprogettazione a differenti livelli del sistema di misura lato utente. Ai fini di una semplificazione dell’installazione da parte dell’utente finale dei software di misura, è stata progettata e implementata una modalità di misura che non prevede l’uso delle librerie WiNPcap; in tal modo l’utente non deve effettuare l’ulteriore installazione di queste librerie.

Infine, per poter ottenere un “dialogo” più chiaro tra software di misura e l’utente durante l’esecuzione delle misure, che possono durare dalle 24 alle 72 ore, è stata progettata una nuova interfaccia grafica per Ne.me.Sys. La nuova interfaccia è stata progettata e realizzata considerando non solamente i requisiti tecnici, ma anche requisiti grafici e la comunicazione tra utente e help-desk del progetto nel momento in cui avvengono degli errori.

Gestione
Durante il quinto anno del progetto è stata condotta una grande parte di gestione e razionalizzazione dei processi che compongono il progetto stesso, al fine di ottenere una maggiore efficienza in fase di rinnovo.

Attività di studio e sperimentazione
Durante il quinto anno sono state condotte varie attività di studio ai fini di un rinnovo del progetto. In particolare, un’attività ha riguardato la misurazione del throughput di un canale a 100 Mbps, ottenuto tramite più richieste di download di un file su protocollo HTTP effettuate “contemporaneamente”, sperimentando così multisessione tramite diversi web browser (ad esempio, Google Chrome, Firefox, Opera, Chromium). I test hanno evidenziato le differenze comportamentali tra i browser e dimostrato come il throughput misurato tramite il trasferimento di un unico file ottenga risultati meno aderenti alla reale capacità di quelli ottenuti con il download di più file.

Un’altra attività ha riguardato lo studio della nuova misura di throughput tramite protocollo http con tempo di misura costante e lo studio dei nuovi valori da valutare. A seguito dell’attività di studio è nata l’attività di implementazione e di sperimentazione presso il test bed e su linee reali.