DECODER II
Classificazione dei decodificatori per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale

Programma di finanziamento 
(e relativo sottoprogramma)
Convenzione AGCOM delibera n. 712/13/CONS
Durata 01 gennaio 2014 – 31 dicembre 2014
Partecipanti Fondazione Ugo Bordoni
(Leader di Progetto)
Web Site http://www.agcom.it/classificazione-decoder

Decoder II è la continuazione del progetto DECODER (Delibera n. 707/11/CONS) che ha realizzato sul sito istituzionale dell’Autorità un servizio online per l’attuazione dello schema di classificazione che permette ai costruttori di classificare i propri apparati e ai consumatori di consultare l’elenco di tali apparati e delle loro caratteristiche, anche con strumenti di ricerca mirata (Portale Decoder).

Decoder II, affidato alla Fondazione Ugo Bordoni con Delibera n. 712/13/CONS, oltre alla normale gestione del Portale Decoder, ha aggiornato il sistema di classificazione, le relative pagine web e il database sottostante nella prospettiva dell’introduzione dello standard DVB-T2 (Legge n. 44/2012 e successive modificazioni) e della codifica HEVC (High Efficiency Video Coding) che vedrà conseguentemente la formulazione di un nuovo schema di classificazione con l’emanazione di una delibera di modifica ed integrazione alla 255/11/CONS.

Nel 2014 sono state svolte le seguenti attività:

  • partecipazione al Tavolo tecnico Agcom con costruttori, distributori, consumatori e relative associazioni di categoria;
  • raccolta dei requisiti di servizio degli attori coinvolti (costruttori, consumatori, Agcom) e analisi di fattibilità dell’insieme della pagine web da aggiornare e/o aggiungere;
  • progettazione e realizzazione delle pagine web per l’indicazione della presenza delle caratteristiche DVB-T2, HEVC e MPEG4 negli apparati da parte dei costruttori;
  • riprogettazione e realizzazione delle pagine web per la consultazione da parte dei consumatori;
  • riprogettazione e realizzazione della base di dati utilizzata per la conservazione strutturata delle informazioni sugli apparati classificati e le loro caratteristiche tecniche, comprensiva dello schema concettuale utilizzato (Modello E/R).

Il Portale Decoder (URL http://www.agcom.it/classificazione-decoder) offre ai produttori la possibilità, su base volontaria, di classificare i loro apparati attraverso un’interfaccia grafica, strutturata in un certo numero di pagine web, che guida l’inserimento degli apparati e delle relative specifiche tecniche.

Al termine del processo, il sistema calcola automaticamente la classe Agcom di appartenenza degli apparati e rilascia un attestato contenente la classe di assegnazione risultante, unitamente ad un riassunto dei dati tecnici forniti in fase di autoclassificazione. Tutte le informazioni fornite vengono memorizzate all’interno del database degli apparati classificati.

Ai consumatori il Portale presenta una maschera di ricerca attraverso cui è possibile, impostandone i diversi parametri, ottenere le informazioni desiderate sugli apparati registrati nel database. Il sistema permette di scegliere tre modalità di ricerca: per classe, per modello o per caratteristiche tecniche.

Le modifiche apportate al Portale e al relativo database permettono ai produttori di indicare, per ognuno degli apparati classificati, la presenza del sintonizzatore DVB-T2, del decodificatore MPEG-4 e del decodificatore HEVC. Al contempo queste informazioni sono rese visibili a tutti gli utenti nella sezione di ricerca del Portale a loro dedicata.

Attualmente al servizio sono accreditati tutti i maggiori produttori di apparati per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale. Dal suo avvio (novembre 2012) ad oggi sono stati classificati 810 modelli di decodificatori, suddivisi in 746 televisori e 64 decoder.