L’adozione della televisione digitale terrestre (Digital Terrestrial Television, DTT) rappresenta il più importante passo per la completa conversione digitale del sistema televisivo e crea i presupposti per ulteriori inarrestabili trasformazioni del mezzo. 

Si apre la strada alla convergenza fra piattaforme diverse e il televisore tradizionale che, da sintonizzatore di canali diventa vero e proprio hub multimediale. Ne deriva un ambiente comunicativo che integra varie tipologie di dispositivi portabili (telefonini, palmari) e fissi (set top box e playstation connesse alla TV digitale, personal computer).

I metodi classici di trasmissione dei segnali TV (terrestre, via cavo e satellitare) sono oggi affiancati da modelli interattivi in grado di sfruttare la trasmissione dati a banda larga (oggi prevalentemente su xDSL e, nel futuro, sempre più su fibra ottica).

Alla digitalizzazione del segnale televisivo si accompagnano nuove modalità di fruizione della TV (schermo piatto, alta definizione, 3D, televisori connettibili). Sempre più spesso, inoltre, le opinioni dei telespettatori rimbalzano sui social network. È dunque prevedibile che le tradizionali misurazioni quantitative degli ascolti cederanno il passo a più evolute tecniche di sentiment analysis utili a sondare le opinioni delle audience.

In questo contesto, tanto in Europa quanto nel resto del mondo, gli organismi di regolamentazione dei contenuti audiovisivi si trovano di fronte a una grande sfida: la convergenza tra il tradizionale broadcasting e i contenuti trasmessi attraverso la rete (connected TV).
 

Progetti

Progetti conclusi

  • (Servizi avanzati di TV interattiva)
    Convenzione ISCOM

  • Convenzione MiSE

  • (Tv, Internet e Mobile Media)
    Convenzione ISCOM

  • (High Efficiency Video Coding)
    MPEG (ISO/IEC – JTC1/SC29/WG11)

  • 3DV

    (Prove di valutazione soggettiva formale finalizzate alla standardizzazione di nuove tecnologie per la rappresentazione tridimensionale del video multicanale MPEG)
    MPEG (ISO/IEC – JTC1/SC29/WG11)

Ricerche correlate

Approfondimenti

Dal 2004 è operativo in FUB un Laboratorio di TV digitale in grado di realizzare l’intera “catena del valore” della televisione digitale: generazione, trattamento e messa in onda di programmi e servizi.

All’interno dell’HD Forum Italia, la Fondazione svolge un ruolo di garante super partes per le scelte strategiche in fatto di normativa tecnica nazionale sulla HDTV, contribuendo sia alle attività di specifica tecnica e di divulgazione specialistica delle caratteristiche dell’Alta Definizione, sia alla pianificazione degli scenari di introduzione.