Transizione alla TV digitale

Gestione e manutenzione Registro Nazionale Frequenze pre e post switch off

Programma di finanziamento
(e relativo sottoprogramma)
Convenzione del 21 luglio 2011 con il Ministero dello sviluppo economico nell’ambito degli interventi finanziati con il “Fondo per il passaggio al digitale”
Durata 1 gennaio 2011 - 31 dicembre 2011 
Partecipanti

Fondazione Ugo Bordoni

Strumento operativo fondamentale per gli operatori che devono attuare lo switch off è il Masterplan, il documento che contiene le nuove assegnazioni di frequenza effettuate dal MISE contestualmente al passaggio al digitale. Per la predisposizione del Masterplan è indispensabile disporre di un database aggiornato e facilmente accessibile del Registro Nazionale delle Frequenze (RNF) del Ministero, da cui estrarre l’elenco degli impianti legittimamente operanti nell’Area Tecnica prima della transizione.

Prima dell’avvio dello switch off tali dati vengono verificati mediante confronto con altre fonti informative quali:

  • il database del Censimento televisivo del 1990;
  • il Registro degli Operatori delle Comunicazioni (ROC);
  • i dati disponibili presso gli Ispettorati Territoriali.

Ulteriori verifiche di congruenza sono effettuate sulla base di dati sulle ricezioni televisive, sia forniti dagli stessi Ispettorati Territoriali che reperibili pubblicamente su Internet (per esempio sui siti OTGTV e DGTVi). 

I dati del RNF vengono quindi importati nel database per la generazione del Masterplan (Database delle Transizioni), e vengono anche utilizzati per le simulazioni elettromagnetiche (mediante integrazione delle informazioni del Registro e dei Masterplan delle diverse Aree Tecniche).

Questa procedura consente di simulare, per le situazioni post swich off di ciascuna Area, sia la configurazione radioelettrica “amministrativa”, cioè corrispondente a quello che avverrebbe se tutti gli impianti autorizzati fossero accesi entro i sei mesi concessi dal Ministero all’atto dell’assegnazione del diritto d’uso, sia la configurazione “reale” corrispondente allo stato corrente di attività degli impianti.

Il Registro è reso disponibile su web, agli utenti autorizzati,  attraverso un’interfaccia realizzata con strumenti sviluppati dalla FUB.