La piattaforma per la TV su IP

Oggi siamo di fronte ad una realtà in cui l’utente comincia ad avere più televisori che acquisiscono i contenuti sia dalle reti digitali terrestre e saltellitare, sia dalla rete IP. Tuttavia mentre la TV satellitare e quelle terrestre sono in grado di servire gran parte delle utenze, la TV su IP presenta ancora delle forti criticità, fondamentalmente legate alla mancanza di copertura della larga banda, o in presenza di una larga banda non idonea al servizio TV, e anche quando questa risulta elevata in temini nominali per l’utenza si potrebbero però realizzare delle condizioni che rendono la qualità di questa piattoforma non idonee alle aspettative.

Per queste ragioni la FUB ha effettuato approfonditi studi tra la relazione che sussiste tra la qualità televisiva e qualità della rete con particolare analisi per il contesto della rete fissa: xDSL e fibra. I risultati mostrano come il sistemi operativi dei PC, ma anche quelli che ora operano sulle Smart TV hanno un ruolo fondamentale ai fini dello sfruttamento della capacità che viene fornita all’utenza. In questo ambito un’altra forte limitazione per la qualità cui l’utente guarda una TV (Quality of Experience) dipende dalla sua distanza dal server che distribuisce i contenuti. Per questo un ruolo fondamentale è sempre più dato dalle cosiddette Content Delivery Networks, di cui gli operatori di servizi e contenuti ne devono far sempre più uso.

Pensando sempre più ad un ambiente connesso con una rete ad alta capacità (>30 Mb/s) come richiesto dall’Agenda EU 2020 sono stati fatti ampi studi sulle reti domestiche ad alta capacità, realizzate in particolare con fibre plastiche, che hanno il vantaggio di essere molto più piccole dei cavi coassiali e UTP e di trasportare maggiori cpacità di dati. E’ stato in particolare realizzato un modello per la simulazione delle reti in fibre plastiche, mostrando come una fibra plastica sia in grado di sostituire la rete in cavo coassiale e sulla stessa infrastruttura trasportare anche il traffico internet. In questo modo con una sola rete domestica si è in grado di trasportare sia la TV digitale terrestre (o satellitare), la rete dati e quindi quella della TV su IP.