Monitoraggio del loudness

Programma di finanziamento
(e relativo sottoprogramma)
Delibera AGCOM 707/11/CONS del 12/12/2011
Durata 01 gennaio 2012 – 31 dicembre 2012
Partecipanti Fondazione Ugo Bordoni

Con la "Convenzione tra l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e la Fondazione Ugo Bordoni" e successivamente con le Delibere n.708/09/CONS e n.707/11/CONS sono state avviati progetti esecutivi di ricerca riguardante il "Controllo dei livelli acustici dei messaggi pubblicitari e delle televendite". Tale problema riguarda la garanzia e la tutela degli ascoltatori che possono essere soggetti ad una potenza sonora eccessiva e fastidiosa durante la trasmissione delle pubblicità.

Il Progetto nasce da una duplice esigenza. In primis mettere in atto un prototipo per il controllo delle infrazioni ai divieti definiti in Delibera 34/09/CSP del 19 febbraio 2009 e successivamente dettagliati nella Delibera 219/09/CSP del 5 gennaio 2010 che ne definisce i parametri tecnici e le metodologie di rilevamento. In secundis, il Progetto si prefigge lo scopo di fornire delle consulenze tecniche alla Autorità riguardo il perfezionamento e l’adeguamento delle procedure anche in conformità con normative e regolamentazioni europee ed internazionali, piuttosto che riguardo l’estensione delle metodologie proposte ai formati ed ai media non contemplati nell'attuale normativa.

Al fine del raggiungimento degli obiettivi preposti, la prima fase del Progetto è stato suddivisa in tre diverse attività di lavoro:

  • A1 - Supporto al tavolo tecnico sul monitoraggio del livello sonoro istituito ai sensi dell’art.1 comma 5 della delibera 34/09/CSP
  • A2 - Progettazione e realizzazione di un prototipo per attività di monitoraggio del loudness
  • A3 - Supporto al tavolo tecnico sui servizi innovativi istituito ai sensi dell’art.1 comma 7 della delibera 34/09/CSP

I risultati della prima fase si condensano in un insieme di nove deliverable.

Con questa seconda fase di Progetto si vuole perfezionare e portare a termine quanto precedentemente investigato ed in particolare:

  • Eseguire una campagna di misurazione atta alla verifica delle norme di legge nella delibera 219/09/CSP
  • Sviluppare una versione del software prototipo adatta all’uso anche di personale non esperto
  • Operare un'attività formativa al personale dell’Autorità al fine di renderlo potenzialmente in grado di eseguire misure in completa autonomia
  • Prospettare un'evoluzione del sistema in accordo con le normative europee e in visione di un'economia dell’analisi dei contenuti radiotelevisivi digitali

Nel corso del 2012 si è svolta la campagna di misurazioni che ha visto la registrazione di 19 emittenti, alcune di queste controllate sia nel primo sia nel secondo semestre. In totale sono state effettuate 24 registrazioni utili, ciascuna di 12 giorni consecutivi di registrazione per un totale di 288 giorni di registrazione. I risultati non sono affatto promettenti, infatti delle 19 emittenti analizzate, solamente 6 non hanno dato esito positivo alla verifica di infrazione, mentre 13 emittenti sono risultate positive alla verifica di infrazione. Di queste la maggioranza risultano inoltre particolarmente irrispettose della normativa vigente in quanto sempre e costantemente al di fuori dei limiti di legge.

Il software prototipo sviluppato nella prima fase di progetto è stato completamente riprogettato nella sua interfaccia utente, rendendolo più semplice e ancor più specificatamente dedicato alle operazioni da eseguire conformemente a quanto richiesto dalla Delibera 219/09/CSP, e le successive specificazioni integrative fornite da AGCOM. Questo anche al fine di renderlo utilizzabile da parte di operatori non esperti nell’analisi dei segnali audio. Particolare attenzione si è data all'esecuzione delle verifiche di infrazione, e quindi alla reportistica di documentazione. E' stata sviluppata una procedura per la produzione automatica di report di misura atti a documentare l’eventuale infrazione dell'emittente in modo da supportare totalmente l’attività di monitoraggio in carico ad AGCOM. Avendo a disposizione dati di segmentazione pubblicitaria corretti, ovvero allineati con le registrazioni effettuate, la procedura risulta ora eseguibile con pochi e semplici passi da parte dell’operatore.

Al fine di rendere operativa AGCOM nell'esecuzione delle misure di verifica di infrazione si è inoltre proceduto a stilare un documento tecnico atto a definire risorse e procedure per l’allestimento di un laboratorio, simile a quello realizzato in FUB, dove si possano effettuare misure attraverso il suddetto software prototipo. A completamento del suddetto obiettivo, si è sviluppata un'attività seminariale da proporre al personale AGCOM in modo da formarlo sia da un punto di vista conoscitivo del problema, sia da un punto di vista tecnico relativo al corretto utilizzo del software anche attraverso attività di misurazione ed esercitazioni in laboratorio.