Progressiva integrazione dell’ICT nelle smart grid per le utility

Il 12 gennaio 2011, si è tenuto a Roma il Workshop Green ICT. Mercato elettrico e telecomunicazioni, promosso dalla Fondazione al fine di stimolare la riflessione e il confronto su  questioni di tipo infrastrutturale, tecnologico e regolamentare, quali:

  • standardizzazione dei protocolli relativi alle molteplici interfacce necessarie in ambito metering e grid
  • requisiti di sicurezza e continuità dei servizi essenziali
  • natura e proprietà delle reti di TLC per le smart grid del settore elettrico
  • dibattito sul risparmio energetico abilitato dalle reti mobili e da quelle in fibra

Al workshop hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni e delle imprese operanti nei settori elettrico e TLC. Dal dibattito sono emerse alcune indicazioni di grande interesse:

  • Lavorare a un processo di identificazione dei requisiti di comunicazione in vista dello sviluppo di una nuova generazione di smart grid. Si tratta di un’analisi di tipo interdisciplinare che richiede la collaborazione tra professionalità operanti nei diversi settori coinvolti.
  • Costituire Tavoli permanenti finalizzati a costruire un accordo su alcuni punti centrali:
    • modelli economici che possano rendere gli investimenti sostenibili per gli operatori e, per quanto possibile, sinergici per i due mondi;
    • suddivisione dei ruoli e degli asset;
    • base regolatoria comune (mediante tavoli congiunti tra le due Autorità).
  • Estendere la riflessione, spesso troppo focalizzata sul mercato elettrico, all’intero mercato energetico.

In generale, la FUB è stata sollecitata a svolgere un ruolo competente e autorevole di coordinamento e di “regia”, per la definizione di obiettivi chiari da raggiungere in tempi definiti.