RADIOJEDI
Studio su politiche e strumenti innovativi di utilizzo dello spettro per le bande riservate ai servizi di radiodiffusione

Programma di finanziamento 
(e relativo sottoprogramma)
MiSE - ISCTI
Durata 1 maggio 2013 - 20 novembre 2014
Partecipanti Fondazione Ugo Bordoni
ISCTI

Il progetto persegue le seguenti finalità:

  1. Identificazione di criteri e formulazione di modelli funzionali ai seguenti processi:
    • valutazione dell’uso attuale della banda televisiva a seguito delle procedure di liberazione dei canali in banda 800 MHz;
    • riorganizzazione della banda alla luce del nuovo piano nazionale e dell’evoluzione del quadro internazionale;
    • transizione dalla situazione attuale alla nuova pianificazione.
  2. Revisione dei vincoli internazionali a seguito della liberazione di porzioni di banda
  3. Predisposizione di strumenti per la valutazione dei criteri di riorganizzazione
  4. Supporto all’Italia nei gruppi internazionali CEPT e ITU in prospettiva della preparazione alla Conferenza WRC-15

Tra i principali risultati attesi vi sono:

  1. L’analisi della situazione attuale di utilizzo della banda televisiva, con la conseguente identificazione delle criticità esistenti in ambito nazionale e internazionale.
  2. La realizzazione di strumenti aggiornati a sostegno del processo di riorganizzazione (analisi dei segnali presenti su tutto il territorio nazionale; valutazione della qualità della ricezione; inclusione di nuovi standard tecnologici).
  3. La definizione di criteri per la riorganizzazione della banda al fine di ottemperare ai requisiti di massima efficienza e rispetto dei vincoli sull’interferenza verso Paesi confinanti.

Infine, il Progetto avrà delle ricadute scientifiche legate, in particolare, alla realizzazione di studi tecnici aggiornati finalizzati al sostegno della posizione italiana nell’ambito dei gruppi CEPT e ITU.