Salta al contenuto principale

Spettro

Immagine Spettro

Lo spettro radioelettrico è costituito dall’insieme delle frequenze radio, che costituiscono la risorsa essenziale per tutte le comunicazioni radio. La gestione armonizzata, coordinata ed efficiente di tale risorsa naturale è indispensabile per rispondere all’incremento generale della domanda di spettro da parte di servizi e applicazioni, attuali e futuri, ed è perciò una priorità sia dell’Agenda Digitale nazionale sia della Strategia europea per il Mercato Unico Digitale.

 

Lo spettro è una risorsa pubblica e perciò il suo impiego è di competenza dell’amministrazione pubblica, in particolare di tre direzioni del Ministero dello sviluppo economico: DGPGSR, DGSCERP, DGAT; inoltre, è una risorsa scarsa e quindi la sua gestione deve essere improntata ad efficienza e trasparenza. In questo senso, la Fondazione, e al suo interno l’Area Spettro, si pone come supporto tecnico al Mise per fornire le conoscenze scientifiche, gli approfondimenti regolatori, gli strumenti tecnici e le capacità operative di cui essa dispone, al fine di garantire un uso ottimale ed equo di tale risorsa. In particolare, la Legge 205/2017 prevede uno stanziamento pluriennale (2018-2022) per attività della Fondazione a supporto del Mise nelle fasi di transizione verso il 5G, nella corretta gestione delle bande di frequenza interessate, nelle procedure di riassegnazione o riallocazione fra i vari soggetti o servizi coinvolti, nonché nella coesistenza di servizi e soggetti differenti, che siano compresenti in una stessa banda o in bande adiacenti.

 

Tali attività richiedono di essere sviluppate e coordinate sia all’interno del contesto europeo (CEPT), di concerto con gli altri Stati Membri, che di quello internazionale (ITU), senza peraltro tralasciare le specificità nazionali di competenza del Regolatore, al fine di saper anticipare gli indirizzi futuri e promuovere tutti quei miglioramenti orientati a favorire lo sviluppo economico del paese.

Progetti

Ministero dello sviluppo economico


Laboratorio Nazionale per il 5G, per lo svolgimento di analisi simulative e sperimentali finalizzate a promuovere lo sviluppo dei sistemi radio dal 4G verso la quinta generazione. 

Ministero dello sviluppo economico


Il Progetto prevede il supporto al Ministero dello sviluppo economico in attività utili alla diffusione del 5G, attraverso la realizzazione di sperimentazioni e laboratori specifici e all'efficiente gestione dello spettro (comma 1041 della legge 205/2017).

AGCOM


Tool di  simulazione per la valutazione di nuove tecnologie per la diffusione di contenuti televisivi che consentono maggior efficienza dello spettro radioelettrico nella banda di frequenze 470-694 MHz e più efficienti modalità d’uso delle bande 700 MHz e 3.5 GHz.

Ministero dello sviluppo economico


Il MiSE-DGPGSR, con apposito atto convenzionale, ha affidato alla FUB lo svolgimento di attività di studio, supporto tecnico, scientifico, operativo e logistico finalizzate alla razionalizzazione della banda 700 MHz e alla armonizzazione internazionale dell’uso dello spettro.

Ministero dello sviluppo economico


Progettazione e realizzazione di una procedura, ad uso delle Div. IV e V DGSCERP del MiSE, per la gestione informatizzata della contabilità dei canoni di concessione e dei diritti amministrativi dovuti dagli operatori di rete televisivi nazionali e locali.

Ministero dello sviluppo economico


Realizzazione di tutte le attività connesse alla riforma del sistema dell’emittenza televisiva operante in ambito locale ai sensi di quanto previsto al comma 147 della legge 23 dicembre 2014 n. 190.

Ministero dello sviluppo economico


Il Progetto ha condotto uno studio sulla nuova attribuzione al servizio mobile dello spettro radioelettrico della banda 700 MHz, precedentemente usata per il broadcasting televisivo, come deciso dall’Unione Internazionale delle Comunicazioni (ITU).

Ministero dello sviluppo economico


Proposta di strategie per la diffusione della TV digitale attraverso piattaforme alternative al digitale terrestre (DVB-T), in particolare TV su protocollo IP, sia nel contesto di rete managed (IPTV) che in quello unmanaged o best-effort (WebTV).

Ministero dello sviluppo economico


Il Progetto Gara Multibanda ha portato alla realizzazione dell’asta per le frequenze ‘LTE’. La FUB ha svolto il ruolo di advisor tecnico, sia nella predisposizione del bando che nella progettazione e gestione delle procedure di gara.

Ministero dello sviluppo economico


L’attività comprende il supporto al Ministero nello svolgimento delle procedure di selezione comparativa per l’assegnazione del diritto d’uso di 86 frequenze in onde medie asincrone e di60 frequenze isocanale costituenti 11 reti sincronizzate.

Ministero dello sviluppo economico


La Fondazione, in qualità di advisor del Ministero dello sviluppo economico, ha curato le attività connesse allo svolgimento della gara per l’assegnazione delle frequenze nella banda 1452-1492 MHz (Banda L), come prescritto dall’AGCOM secondo la propria Delibera 259/15/CONS.

Operatori servizi LTE, Ministero dello sviluppo economico


HELP Interferenze è il servizio di assistenza ai cittadini che riscontrano disturbi alla TV digitale terrestre dovuti alle interferenze tra i segnali LTE dei sistemi di telefonia mobile di quarta generazione e quelli televisivi. 

In collaborazione con il Ministero dello sviluppo economico, JRC


Il Pilot LSA è stato il primo progetto sperimentale al mondo che ha testato la realizzabilità tecnica e regolamentare del Licensed Shared Access (LSA) nella banda 2.3-2.4 GHz, attraverso una rete LTE installata e un’architettura LSA di tipo distribuito.

Ministero dello sviluppo economico


Studio delle tematiche relative all’impiego delle bande di frequenza sopra i 6 GHz nelle reti 5G attraverso misure in campo e simulazioni con tool software.

ArpaE Emilia Romagna


Il Progetto si inquadra nell’accordo di collaborazione con l'Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l’energia dell'Emilia - Romagna al fine della valutazione dell'esposizione ai campi elettromagnetici considerando l’evoluzione dei sistemi radiomobili verso il 5G.

Ministero dello sviluppo economico


Il Progetto conduce analisi teoriche e sperimentali sulla coesistenza tra usi radiomobili in banda 2.3-2.4 GHz e sistemi Wi-Fi nella banda adiacente. Gli studi approfondiscono le condizioni tecniche di utilizzo per aprire la banda 2.3 GHz al radiomobile.

Ministero dello sviluppo economico


Il Progetto prosegue ed amplia le analisi teoriche e sperimentali del precedente progetto PACOS sulla coesistenza tra usi LTE a 2.3-2.4 GHz e sistemi Wi-Fi nella banda adiacente, allo scopo di migliorare la significatività dei risultati e il quadro delle conoscenze in materia.

Ministero dello sviluppo economico


Realizzazione delle attività connesse alla procedura di volontario rilascio delle frequenze prevista dal D.M. MiSE-MEF 17 aprile 2015 per la risoluzione delle interferenze TV con i paesi confinanti.

Progetto finanziato dagli Operatori su incarico del Ministero dello sviluppo economico


Supporto al Ministero dello sviluppo economico per il monitoraggio e controllo delle fasi di razionalizzazione e della qualità di servizio nella banda a 900 MHz a fronte della progressiva liberazione, su base territoriale, di un blocco di frequenze di 5 MHz. 

Convenzione tra FUB e Operatori


Questo Progetto rappresenta la prosecuzione dei progetti Refarming I e Refarming II per la verifica della qualità degli utenti e delle reti M2M che utilizzano apparati solo GSM e per l’analisi sull’uso attuale delle tecnologie 2G, 3G e 4G nelle bande 900 e 1800 MHz.

Progetto finanziato dagli Operatori su incarico del Ministero dello sviluppo economico


Proseguio del Progetto “Refarming”, a supporto del MiSE nella verifica, nel controllo e nel monitoraggio della qualità degli utenti solo GSM e nell’attività di studio e verifica sull’uso attuale e futuro delle bande 900 MHz e 1800 MHz.

AGCOM


Sviluppo di un tool software per le valutazioni di aspetti tecnici ed economici in diversi scenari di accesso condiviso allo spettro con particolare riguardo all’approccio regolamentare Licensed Shared Access (LSA).

AGCOM


Il Progetto sviluppa procedure e metodologie per l’inventario dello spettro radio in Italia e per la valutazione dell’efficienza nell’uso delle frequenze. Le valutazioni di efficienza sono formulate in riferimento ad aspetti tecnici, economici e sociali. 

Ministero dello sviluppo economico


Il Progetto prevede attività di supporto al Ministero per lo sviluppo economico (Dgscerp) per la liberazione della banda 700 MHz e riallocazione al 5G e per lo sviluppo di reti, servizi e applicazioni 5G in Italia (comma 1039 della legge 205/2017).

Ministero dello sviluppo economico


Le attività di Progetto, affidate dal MiSE alla Fondazione, riguardano la revisione delle graduatorie di assegnazione delle frequenze agli operatori di rete operanti in ambito locale, in seguito a pronunce degli organi giurisdizionali.

Ministero dello sviluppo economico


Nel processo di transizione al digitale la Fondazione ha fornito supporto tecnico-scientifico, operativo, logistico e di comunicazione al Ministero dello sviluppo economico per la gestione e il monitoraggio di tutte le fasi del processo.