Salta al contenuto principale
 
Progetto
Gara Multibanda
Assegnazione frequenze LTE
Concluso
Committenza
Ministero dello sviluppo economico
Obiettivi

La Fondazione ha svolto il ruolo di advisor tecnico del Ministero dello sviluppo economico (DGSCERP) nella realizzazione dell’asta ‘multibanda’, per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze destinate alla realizzazione di reti mobili di quarta generazione.

Impatto

L’asta multibanda ha portato all’assegnazione di diritti d’uso delle frequenze nelle bande destinate allo sviluppo delle reti mobili LTE, offrendo agli operatori rilevanti porzioni di spettro (240 MHz in totale) per soddisfare la crescente richiesta di connettività a larga banda da parte degli utenti. L’aspettativa nel mercato in tal senso si è tradotta in una forte competizione tra i partecipanti, che ha condotto ad un introito per lo stato (quasi 4 miliardi di euro) nettamente superiore alle aspettative. La gara ha permesso di garantire sufficiente spettro per la diffusione dei sistemi 4G in linea con le aspettative Europee.

Descrizione

La Fondazione ha gestito, in qualità di advisor tecnico del Ministero dello sviluppo economico, la Gara per le frequenze “Long Term Evolution – LTE” destinate alla realizzazione di reti mobili a banda larga, sulle frequenze 800, 1800, 2000 e 2600 MHz.

L’asta LTE in Italia è stata realizzata in base alla regolamentazione contenuta nelle delibere AGCOM n.282/11/CONS e 370/11/CONS; ha riguardato 24 lotti di frequenza su 4 diverse bande di cui la più pregiata è quella del dividendo digitale sulle frequenze ex televisive, ovvero 9 canali da 8 MHz nella banda 800 MHz.

I 24 lotti sono stati messi all’asta contemporaneamente con un meccanismo d'asta basato su rilanci competitivi ascendenti (SMRA) a partire da un prezzo di base d'asta stabilito per ogni lotto. Dei 24 lotti in gara, 23 sono risultati assegnati al termine dell'asta.

L'implementazione dell'asta è consistita nella formulazione del bando e del disciplinare contenenti le regole di accesso e di svolgimento della gara e nell’organizzazione logistica dello svolgimento dell'asta stessa. La fase dei miglioramenti competitivi si è svolta in 22 giornate con 469 tornate di rilanci.

Il risultato economico ha portato a un notevole successo, ottenendo un ricavo di 4 miliardi di euro contro i 2,4 miliardi previsti dall’indirizzo politico parlamentare. Il successo dell’asta ha aperto nuove opportunità per un rapido sviluppo delle reti di quarta generazione. Le azioni necessarie per la liberazione delle frequenze vendute in parte del territorio nazionale sono state avviate immediatamente dopo il termine della gara.

Competenze