Salta al contenuto principale
 
Progetto
Monitoraggio CEM
Concluso
Committenza
ArpaE Emilia Romagna
Obiettivi

Gli obiettivi generali del Progetto sono la valutazione dell’impatto ambientale dovuta all’introduzione di nuove tecnologie 5G in aggiunta a quelle esistenti e la valutazione delle metodologie di misura dei campi elettromagnetici per i nuovi sistemi 5G. L’attività prevede sia aspetti più scientifici di studio dell’impatto ambientale delle tecnologie 5G che aspetti più operativi di valutazione sperimentale dei livelli di esposizione generati nel territorio.

Impatto

Attività sperimentale con ArpaE e analisi dei siti per favorire lo sviluppo del 5G nel rispetto delle norme sui limiti di esposizione.

Attività divulgativa sulla tecnologia 5G verso le PA attraverso organizzazione di seminari o partecipazione e presentazioni ad eventi.

Partecipazione alle attività nazionali e internazionali sugli aggiornamenti normativi delle metodologie di valutazione dei CEM.

Descrizione

Lo sviluppo della rete 5G vedrà l’evoluzione ed espansione delle reti esistenti 4G e l’introduzione di tecnologie nelle bande di frequenza ad onde millimetriche. Le reti 5G saranno caratterizzate dalla presenza di siti macro-cellulari, micro-cellulari e pico-cellulari che utilizzano antenne attive MIMO (Massive multiple Input Multiple Output) che utilizzano fasci direzionali di emissione in grado di “seguire” l’utente. Occorre quindi valutare l’impatto ambientale dei nuovi sistemi trasmittenti rispetto a quelli tradizionali caratterizzati da diagrammi di radiazione fissi. A tal fine sono in corso studi sia in ambito internazionale che nazionale per definire le nuove modalità di valutazione dei campi elettromagnetici per sistemi 5G.

Un altro aspetto da considerare per l’introduzione della tecnologia 5G riguarda la valutazione di possibili effetti di saturazione elettromagnetica dovuta alla presenza delle tecnologie 2G, 3G e 4G sul territorio.

In particolare nelle aree urbane ad alto traffico in alcuni siti di stazione radiobase dove sono presenti diverse tecnologie e operatori potrebbe non essere possibile l’aggiunta della tecnologia 5G in quanto i livelli di campo stimati e misurati sul territorio risultano superiori ai limiti di esposizione in zone accessibili alla popolazione causando l’effetto di saturazione del sito. Occorre quindi monitorare i livelli di campo elettromagnetico sul territorio per individuare eventuali situazioni di saturazione elettromagnetica dei siti dove sono collocate le tecnologie esistenti 2G, 3G e 4G per la copertura del servizio radiomobile.

Nell’ambito del Progetto si effettuerà un’analisi dello stato dell’arte tecnico normativo sulle attività per adeguare le metodologie di valutazione di impatto ambientale per sistemi 5G. Sarà inoltre effettuata una valutazione simulativa dei livelli di campo in scenari teorici e realistici che prevedono un crescente numero di tecnologie. Ove possibile sarà inoltre condotta un’attività sperimentale in scenari reali per sistemi 4G e 5G.

Competenze