La comunicazione vocale uomo-macchina

Martedì 11 marzo 2008 si è tenuto a Roma, presso il Centro Congressi Palazzo Rospigliosi Sala delle Statue, il quarto seminario Bordoni incentrato sul tema de La comunicazione vocale uomo-macchina.

Dopo una rapida introduzione del Prof. Maurizio Dècina si è subito passati all'intervento principale della giornata di RENATO DE MORI (Note biografiche) dal titolo Stato dell'arte e prospettive della comunicazione uomo-macchina (Slide 1, slide 2).

De Mori, con il suo articolato contributo, ha fornito un'ampia panoramica delle problematiche e dei principali temi oggetto di studio nel campo della comunicazione vocale uomo-macchina, ricostruendone la storia per arrivare a delinearne lo stato attuale nonchè le prospettive future.

Sulla base di questa ricca esposizione si è sviluppata la successiva discussione, animata dalle molte domande da parte del nutrito pubblico presente in sala.

La sessione pomeridiana, aperta da un intervento di Andrea Paoloni (Fondazione Ugo Bordoni) che ha sinteticamente illustrato le ricerche in ambito FUB sul tema della giornata, ha poi ospitato la Tavola Rotonda “Opportunità applicative del riconoscimento automatico del parlato”, introdotta e moderata da Alessandro Ovi (Fondazione Ugo Bordoni), cui hanno partecipato con i loro contributi:

  • Federico Albano Leoni (Università La Sapienza di Roma)
  • Sebastiano Bagnara (ISIMM - Università di Sassari-Alghero)
  • Giuseppe Cernuto (Tribunale di Milano)
  • Piero Cosi (CNR)
  • Andrea Marro (AMUSER)
  • Luciano Piovano (Loquendo)
  • Floretta Rolleri (CNIPA)
  • Pasquale Santoli (Teche Rai)
  • Alessandro Tescari (PerVoice)

M. Dècina

Fondazione Ugo Bordoni - Introduzione

R. De Mori

Università d'Avignon - Parte Seconda

R. De Mori

Università d'Avignon - Parte Terza

Dibattito con R. De Mori

Parte Seconda

A. Paoloni

Fondazione Ugo Bordoni

F. Albano Leoni

Università La Sapienza di Roma

S. Bagnara

ISIMM - Università di Sassari-Alghero

G. Cernuto

Tribunale di Milano

F. Rolleri

CNIPA

P. Santoli

Teche Rai