Salta al contenuto principale
 

Evoluzione dei sistemi wireless a larga banda verso il 5G

I sistemi 5G saranno caratterizzati da nuovi paradigmi di sviluppo e di utilizzo di servizi di comunicazione, con caratteristiche e requisiti di funzionamento molto stringenti e differenti.

L’ITU ha identificato tre scenari d’uso principali per i sistemi 5G: enhanced mobile broadband (eMBB), massive machine type communications (mMTC), ultra reliable and low latency communications (URLLC).

L’attività di ricerca sarà focalizzata sullo studio di diversi scenari 5G e sulla analisi dei possibili scenari evolutivi per la migrazione dai sistemi attuali verso il 5G. Si analizzeranno le applicazioni delle tecnologie 5G in nuovi ecosistemi derivanti dalla progressiva compenetrazione delle reti di telecomunicazione in settori diversi come trasporti, medicina, energia o industria.

Lo studio sarà dedicato alla valutazione delle possibili problematiche di interferenza, attraverso analisi di coesistenza specifiche che considerino l’introduzione di nuove tecnologie wireless 5G a fianco dei sistemi radio esistenti nelle diverse bande di frequenza previste per il 5G sia sopra che sotto i 6 GHz. Saranno effettuati studi simulativi e sperimentali – in funzione della maturità delle tecnologie disponibili- sulla compatibilità e coesistenza tra sistemi 5G e altri sistemi, in particolare nelle bande indicate in Europa come pioniere per lo sviluppo precoce di sistemi 5G, come la banda a 700 MHz, la banda a 3.4-3.8 GHz e la banda 24.25-27.5 GHz.

A tal fine sarà necessario approfondire le caratteristiche radioelettriche e di propagazione delle onde radio alle diverse frequenze di interesse per il 5G, anche in relazione ai parametri tecnici e agli scenari di impiego ipotizzati per l’uso di tali bande (es. massive MIMO, sistemi distribuiti d’antenna, ecc.).