La Fondazione Ugo Bordoni (FUB) è un’istituzione di alta cultura e ricerca riconosciuta dalla legge 3/2003, specializzata nel campo delle telecomunicazioni e delle tecnologie dell’informazione. È soggetta alla vigilanza del Ministero dello sviluppo economico.

Il modello di governance pubblica riconosciuto alla Fondazione dalla legge 69/2009 ne garantisce il carattere di terzietà e indipendenza, necessario all’esercizio di una funzione di supporto e consulenza alle P.A. e alle autorità indipendenti.

FUB è pertanto in grado di coniugare attività di ricerca nel settore ICT e servizi di interesse pubblico, con ricadute nell’ambito della tutela del cittadino.

Nata nel 1952 in seno al Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni, la Fondazione vanta una consolidata tradizione di ricerca e studi applicativi nel settore delle telecomunicazioni che nel tempo si è andata caratterizzando per l’impegno a favorire un proficuo scambio tra ricerca pura e ricerca applicata.

Forte di una lunga e consolidata tradizione di ricerca, la FUB coadiuva operativamente amministrazioni pubbliche nazionali e locali nella soluzione organica e interdisciplinare delle problematiche di carattere tecnico, economico, gestionale e regolatorio connesse all’ambito ICT, fornendo interventi concreti dalla forte connotazione innovativa.
 
L’impegno nella formazione, nella divulgazione e nella promozione del dibattito pubblico sulle tematiche dell’innovazione tecnologica e dello sviluppo industriale del Paese completano la mission della Fondazione.
 
Ugo Bordoni
Ugo Bordoni nacque a Roma nel 1884.

A 22 anni si laureò in Ingegneria presso l’Università di Roma e nel 1923 fu chiamato alla cattedra di Fisica Tecnica. Si dedicò allo studio della Termotecnica, della Termodinamica e dell'Acustica.

All'inizio degli anni ‘30 si dedicò allo sviluppo del Settore Telefonico. All’atto della costituzione della STET fu nominato Presidente e conservò tale carica fino alla morte, nel 1952.

Il Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni intitolò a suo nome la nascente Fondazione per la ricerca scientifica nel campo delle Telecomunicazioni, eretta in Ente Morale nel 1952.