Progetti

Appalti innovativi

Servizi di ricerca e sviluppo su studi di prefattibilità tecnica tesi alla progettazione e realizzazione di R&S (Bandi di domanda pubblica intelligente)

Il Progetto eroga servizi di ricerca e sviluppo concernenti studi di prefattibilità tecnica finalizzati alla progettazione dei bandi di domanda pubblica intelligente e supporto tecnico scientifico per l’attuazione dei relativi appalti di innovazione.

Obiettivi

Il Progetto ha ad oggetto la fornitura ad AGID di servizi di ricerca e sviluppo, di cui all’articolo 158 comma 1 del Codice dei contratti pubblici, finalizzati alla progettazione dei bandi di domanda pubblica intelligente e il supporto tecnico scientifico per l’attuazione dei relativi appalti di innovazione, di cui all’Accordo di collaborazione tra il Ministero dello sviluppo economico e l’AGID sottoscritto in data 03/07/2019 e nell’ambito del cosiddetto programma “Smarter Italy”.

Impatto

Il Progetto contribuisce a favorire la diffusione degli Appalti innovativi, ovvero procedure volte a rivoluzionare le modalità e l’oggetto degli acquisti della PA. Tramite gli Appalti Innovativi, la PA lancia una sfida al mercato, esprimendo i propri bisogni e lasciando agli operatori la libertà di proporre la soluzione tecnica ritenuta più idonea, con l’intento di colmare il gap che si crea quando il mercato non dispone di soluzioni già pronte per rispondere alle esigenze della PA.

Descrizione

Le attività previste dal contratto AGID-FUB ricadono nell’ambito del programma “Smarter Italy”, un programma di appalti di innovazione promosso da Mise, Mur e Mid, e attuato da AGID in qualità di centrale di committenza delle gare di appalto.

 

Le prime Aree di intervento del programma sono:

  • Smart mobility, ad oggetto il miglioramento sostanziale dei servizi per la mobilità di persone e cose nelle aree urbane;
  • valorizzazione dei beni culturali, ad oggetto la valorizzazione economica e turistica delle aree di rilevanza storica e artistica;
  • benessere sociale e delle persone, ad oggetto il miglioramento dello stato psico-fisico dei cittadini;
  • protezione dell’ambiente, ad oggetto la protezione dell’ambiente per il miglioramento della situazione ambientale in tutti i suoi aspetti.

 

All’interno di ciascuna Area di intervento sono definite delle Sfide di innovazione che qualificano i fabbisogni di innovazione a valle di un percorso di consultazioni pubbliche che coinvolge Pubbliche Amministrazioni e operatori di mercato (imprese, start-up, università, centri di ricerca, ecc.).

 

Per ogni Sfida viene successivamente eseguita una procedura di appalto, tra quelle tipiche dell’innovation procurement: Appalto pre-commerciale, dialogo competitivo, partenariato per l’innovazione, ecc.

 

In questo contesto la FUB supporta l’AGID con attività finalizzate a verificare la fattibilità e a definire progetti di ricerca e/o innovazione. Le azioni della FUB sono articolate in quattro attività principali:

  • definizione del problema di ricerca oggetto della Sfida;
  • elaborazione dello stato dell’arte tecnico-scientifico e analisi di anteriorità brevettuale relativa all’oggetto della Sfida;
  • studio di fattibilità di un progetto di ricerca e/o innovazione che saranno posti a base dell’appalto di innovazione;
  • approfondimenti utili alla redazione di risposte alle richieste di chiarimento e supporto all’interpretazione autentica riguardanti lo studio di fattibilità.