Progetti

Supporto per la redazione della nuova legge regionale (ex L.R. 49/2011)

Supporto per la redazione della nuova Legge Regionale Disciplina in materia di impianti di radiocomunicazione (ex L.R. 49/2011), in funzione dell’introduzione della tecnologia 5G.

Il Progetto prevede il supporto della FUB alla Regione Toscana nel processo di revisione della Legge Regionale n. 49/2011 in materia di impianti di radiocomunicazione, individuando le modalità per lo sviluppo ottimale della rete 5G sul territorio.

Obiettivi

Il Progetto ha l’obiettivo di supportare la Regione Toscana nella definizione delle politiche regionali per lo sviluppo della rete 5G, anche tramite l’utilizzo di nuovi strumenti software a supporto strategico.

Impatto

L’attività impatta sulla revisione della Legge Regionale n. 49/2011, che dovrà contenere gli opportuni adeguamenti e ammodernamenti delle disposizioni per i Comuni, a supporto dello sviluppo ottimale della rete mobile 5G sul territorio regionale.

Descrizione

Il Progetto si connota come attività di supporto agli organi della Regione Toscana che sono coinvolti nel processo di revisione della Legge Regionale n. 49/2011, che attualmente disciplina in materia di impianti di radiocomunicazione con l’obiettivo di perseguire criteri localizzativi che minimizzino i rischi di esposizione ai campi elettromagnetici da essi generati.

 

La nuova tecnologia 5G prevede la configurazione di reti mobili la cui capacità di offrire servizi sarà declinata a seconda del contesto servito: ad esempio, potranno essere offerti

  • servizi informatici caratterizzati da ampia capacità di trasferimento dati;
  • servizi caratterizzati da un numero massivo di dispositivi connessi alla rete (IoT);
  • servizi caratterizzati da connessioni di rete a bassissima latenza e alta affidabilità, per il controllo da remoto di dispositivi critici (industriali o non, come i droni).

 

Ciò considerato, il corretto sviluppo della rete 5G sul territorio, fattore abilitante per l’ottenimento dei benefici socioeconomici previsti sia dalla Commissione Europea che da report internazionali come quelli del World Economic Forum, è ottenibile monitorando e indirizzando il modo in cui la qualità di servizio generata dagli impianti 5G si interseca con le esigenze del territorio, espresse anche come pianificazione urbanistica. In quest’ottica, l’attività della FUB comporta la progettazione di un sistema informatico che possa essere messo a supporto dei Comuni e della Regione, al fine di semplificare l’attività di gestione autorizzativa degli impianti, anche in relazione all’applicazione dei criteri localizzativi, e che consenta di monitorare gli sviluppi della rete 5G, in termini di capacità di servizio offerte.
Per il perseguimento di tale scopo, la FUB supporta la Regione Toscana anche nelle attività di promozione verso i Comuni delle logiche di valutazione della copertura delle reti 5G.