Comparazione dei prezzi dei servizi di comunicazione elettronica

Programma di finanziamento 
(e relativo sottoprogramma)
Convenzione AGCOM
Durata  
Partecipanti Fondazione Ugo Bordoni
AGCOM

Il progetto tratta il tema del confronto delle tariffe effettuabile dall’utente finale tramite un portale web, in cui è possibile accedere a tutte le offerte degli Operatori di telecomunicazioni e di servizi di tipo Pay-TV e di confrontarle sulla base di criteri omogenei. Fino ad oggi AGCOM ha accreditato per questa funzione, attraverso la verifica di alcuni criteri di selezione espressi nella delibera 331/09/CONS, soggetti terzi; con questo progetto AGCOM realizza direttamente il proprio portale che ottempera al compito di rendere disponibile il servizio agli utenti.

La creazione di un portale sottintende un aggiornamento costante delle tariffe inserite nel relativo DB; tale aggiornamento è demandato agli Operatori che notificano direttamente alla struttura che gestisce il sito di comparazione anche le eventuali variazioni e le nuove offerte, così come previsto per i siti in accreditamento. La popolazione della base di dati prevede l’instaurazione di canali informatici sicuri tra il soggetto indipendente che attua il progetto e gli Operatori tramite un portale sicuro dove le tariffe e le relative offerte tecniche possono essere caricate. Quindi il progetto deve prevedere due sistemi front end, uno lato operatore per la comunicazione delle tariffe, e uno lato consumatore per la consultazione del motore di ricerca, oltre naturalmente al back end che avrà il ruolo di ospitare la base di dati opportunamente protetta. I criteri di riferimento nella progettazione dell’intero sistema sono analoghi a quelli espressi nella delibera 331/09/CONS ed utilizzati per selezionare eventuali candidature all’accreditamento.

Il progetto prevede:

  • un portale ad uso degli Operatori di servizi di comunicazione elettronica che consenta l’autoinserimento e quindi la catalogazione delle tariffe sulla base di una serie di parametri che descrivono l’offerta;
  • un sistema che gestisce la pubblicazione, la cancellazione e la conservazione delle tariffe;
  • un motore di comparazione che confronta tutte le tariffe in base alle scelte effettuate dall’utente tramite il portale di confronto;
  • un portale web ad uso degli utenti che illustra il progetto e che permette il confronto di tutte le categorie di tariffe.

Tutte le realizzazioni del progetto non prescindono da una fase di studio, di progettazione e quindi di manutenzione.

Durante il 2014 la Fondazione ha realizzato 4 deliverable:

  • Deliverable D1_1 e D1_2 - Relazione sulla definizione dei template tariffari (tariffe di TLC e tariffe di Pay-TV) e delle procedure di acquisizione dei dati;
  • Deliverable D2 - Procedure scambio informazioni operatore-FUB;
  • Deliverable D3 - Documento definitivo delle Linee Guida.

I deliverable D1_1 e D1_2 definiscono uno schema di rappresentazione delle tariffe di TLC e di Pay-TV comprendente tutte le varianti delle attuali tariffe e creato in maniera tale da facilitare le eventuali modifiche atte a rappresentare le possibili variazioni future. Sono stati quindi definiti due template, uno per i servizi di telecomunicazioni (telefonia e Internet su rete fissa e mobile) e uno per i servizi di Pay-TV. Per creare tali template delle tariffe è stato necessario passare per un’analisi dei contratti, effettuata sia per la parte normativa, sia per quella economica sia per quella tecnica, e quindi scomporre le informazioni necessarie alla rappresentazione di un’offerta in differenti sottoinsiemi sulla base della loro tipologia; i sottoinsiemi servono ad organizzare ciascuna informazione in livelli di dettaglio progressivamente crescenti.

L’analisi del rischio è contenuta nel deliverable D2. Tale analisi individua i beni da proteggere, le entità che possono interagire con il sistema, le possibili minacce e le relative politiche di sicurezza, per poter arrivare a definire le procedure di scambio di informazioni tra Operatori e la Fondazione Ugo Bordoni.

Sulla base di tale analisi è stata individuata una soluzione compatibile con le contromisure individuate e che nello stesso tempo consente di ottenere un buon grado di usabilità del sistema da parte degli Operatori. Quindi sono stati analizzati i pro e i contro dell’architettura attraverso la quale gli Operatori possono comunicare al sistema le differenti tipologie di offerte commerciali di servizi di telecomunicazioni utilizzando certificati digitali, WEB server e canale PEC. Infine, l’analisi ha riguardato i processi di registrazione degli Operatori, di comunicazione delle tariffe e le relative contromisure tecniche.

Il deliverable D3 costituisce le linee guida relative all’attività in oggetto. Il documento fornisce una panoramica sulla tematica della comparazione tariffaria al fine di inquadrare il progetto nel contesto internazionale e nazionale di riferimento. In particolare viene illustrato come viene affrontato nel complesso il tema di comparazione tariffaria a livello europeo, quindi si riporta un maggiore dettaglio su tre approcci significativi seguiti dalle Autorità per garantire la trasparenza tariffaria ai consumatori (approccio irlandese, approccio inglese e approccio finlandese). Quindi viene effettuata una panoramica sulla situazione italiana nei mercati regolati analizzando i casi dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico e dell’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Infine, viene riportato lo stato dell’arte sui motori di comparazione tariffaria maggiormente utilizzati a livello nazionale, riportando un’analisi dei vantaggi e degli svantaggi dei differenti approcci. Per completare l’analisi è stato analizzato anche il sito di comparazione accreditato dall’Agcom. La descrizione dell’architettura logica di sistema alla base dell’attività in oggetto conclude le linee guida del progetto.