SNOOPI
Social NetwOrks: l’Osservatorio sulle Pubbliche amministrazionI

Programma di finanziamento
(e relativo sottoprogramma)

Convenzione ISCOM

Durata 1 gennaio 2015 – 31 dicembre 2015
Partecipanti

Fondazione Ugo Bordoni
ISCOM

La generazione e la condivisione rapida dei contenuti e delle informazioni in rete si realizza attraverso l'uso dei Social Media, come Facebook, blogs o sempre di più attraverso piattaforme di microblogging quali Twitter. Ascoltare il sentire comune da parte della rete, e stabilire poi un’interazione con l'opinione pubblica è sempre più alla base delle strategie o politiche di comunicazione efficace da parte del mondo produttivo e istituzionale, come quello delle Pubbliche Amministrazioni.

Saper analizzare e monitorare i trend di opinione in modo continuo e su un ampio spettro di applicazioni assume una valenza inestimabile per ogni politica di sviluppo, gestione e analisi di prodotti o servizi.

ISCOM-FUB hanno a tal fine già sviluppato nell’ambito del progetto TV++ una piattaforma che ha consentito di individuare e classificare il sentire comune sulla qualità dei programmi televisivi dal flusso dei commenti inviati sulla piattaforma Twitter, consentendo di ricavare precise analisi qualitative e quantitative sull’efficacia della programmazione televisiva  e del servizio pubblico in generale.

Le tecniche utilizzate hanno implementato metodologie ad alto contenuto tecnologico, scientifico e innovativo nel settore della classificazione e del recupero dell'informazione, anche soprattutto una elevata capacità di elaborare grandi volumi di dati altamente correlati tra di loro, tecniche che richiedono l'elaborazione di Big Data. I campi di applicazione di tutte queste tecniche oltre al dominio specifico televisivo sono innumerevoli: analisi reputazionale dei Brand, applicazioni di 'alert' per le smart city, applicazioni ed analisi dei dati in campo medico, giuridico, analisi delle frodi ecc.

Obiettivi

Il progetto SNOOPI (Social Network: l’OsservatOrio sulle Pubbliche amministrazionI) ha lo scopo di pubblicare con cadenza periodica un rapporto sulla percezione (istantanea e di tendenza) della qualità dei servizi forniti dalle pubbliche amministrazioni da una parte della popolazione italiana, cioè quella attiva sulle piattaforme di social network. Più in generale il progetto prevede il monitoraggio, la classificazione e la elaborazione statistica di dati raccolti sui Social Network, su servizi o argomenti connessi alle attività delle PA, che verranno stabiliti e aggiornati anche periodicamente in accordo con l’ISCOM.

Nella fase preliminare di analisi, necessaria alla raccolta mirata dei dati, l’ISCOM e la FUB collaboreranno al fine di preparare tutte le specifiche necessarie alla definizione dei connettori di ascolto delle reti sociali. Questa attività (attività A2) è comunque periodica in quanto la profilazione necessaria al monitoraggio delle Pubbliche Amministrazioni deve essere affinata e modificata in base all’analisi dei dati raccolti.

La fase centrale di elaborazione dei dati (attività A3) prevede di utilizzare tutto il SW e HW sviluppato e acquisito dal laboratorio ISCOM durante il progetto TV++, che era stato dedicato alla rilevazione automatica della qualità delle trasmissioni televisive così come viene percepita sulle reti sociali. Le metriche di valutazione della qualità dei servizi o del sentire comune che verranno utilizzate, sono in grado al momento di fornire previsioni in modo statisticamente significativo dei dati reali, che hanno una precisione del 96.63% - 97.86%.

Una fase accessoria all’elaborazione aggregata dei dati (attività A4) utilizzerà invece altre tecniche avanzate di text mining prodotte dalla Fondazione Ugo Bordoni in grado di estrarre in modo automatico informazioni utili a fornire le motivazioni qualitative o esplicative alle analisi statistiche relative ai dati aggregati raccolti. Questa attività contiene anche una fase finale di validazione dei risultati che verrà condotta in collaborazione con l’ISCOM.