Salta al contenuto principale
 
Progetto
Evoluzione del servizio TV e piattaforme alternative
Concluso
Committenza
Ministero dello sviluppo economico
Obiettivi

Fornire delle linee strategiche al MiSE per una copertura della TV digitale pari al 100% della popolazione, puntando alla diffusione di piattaforme basate sul protocollo IP, anche per favorire l'alfabetizzazione informatica della popolazione più anziana. 

Impatto

L’impatto di questo Progetto è fondamentale per la diffusione della TV su IP e per le linee guida definite per la realizzazione di reti a banda larga e ultralarga, sulla base di specifiche analisi sulle reti in fibra ottica (anche plastiche per applicazioni domestiche). Gli studi sulla qualità del servizio (QoS) per applicazioni video hanno permesso di definire alcuni requisiti che le reti devono soddisfare per una visione con alti livelli di qualità percepita, anche in mobilità. La smart TV  è stata considerata come uno strumento per l’utilizzo di servizi online.

Descrizione

Il Progetto si è principalmente occupato dello studio della TV su protocollo IP sia nel contesto del servizio gestito dall’operatore di rete con appropriati livelli di qualità (IPTV) che in quello gestito dagli Over the Top (OTT) con modalità best-effort (WebTV).

Sono state studiate le modalità che permettano all’utenza di poter usufruire della TV su IP con specifici livelli di affidabilità, proponendo anche architetture per reti che siano in grado di diffondere con una unica struttura (fibra ottica) i segnali relativi a tutte le piattaforme TV attualmente esistenti e di prossima generazione.

Le attività svolte in questo Progetto riguardano:

  1. analisi dei mercati sulla TV digitale del mondo;
  2. analisi della evoluzione delle tecnologie per gli apparati TV (3D, Ultra HD, connected e smart TV);
  3. studi e sperimentazioni sulla QoS per la TV basata sulla piattaforma IP. In particolare sono state verificate le caratteristiche di rete (sia in termini di banda che ritardo) necessarie agli utenti per visualizzare con un’ottima qualità percepita servizi video sia standard che HD;
  4. studi di reti domestiche in fibra ottica (sia in vetro che in plastica) per la diffusione del segnale televisivo con  modalità DVB-T, DVB-S e IP;
  5. realizzazione di una rete completa IPTV con nuove tecniche di indirizzamento (Virtual PrivateLAN Service, VPLS, and Carrier Ethernet);
  6. modelli di reti IP (ADSL2+, VDSL, Wi-Fi, WiMAX, 3G, 4G) per aree rurali dove la copertura DVB-T è scarsa per consentire la visione di canali TV live su tablet, PC, smartphone e smartTV.
Competenze