Salta al contenuto principale
 

Uso condiviso dello spettro radio

La domanda di spettro da parte di sistemi radio è in continuo aumento anche per la progressiva compenetrazione delle comunicazioni elettroniche in tutti i settori produttivi e sociali, quali i trasporti, l’industria, la sanità e la società in generale. Per soddisfare queste richieste si devono elaborare strategie d’uso efficiente delle frequenze che possano beneficiare dell’accesso condiviso allo spettro.

Lo sviluppo tecnologico permette di realizzare con sempre maggior facilità sistemi capaci di utilizzare lo spettro in modo efficiente, ad esempio grazie all’impiego di tecnologie cognitive o di soluzioni realizzative che minimizzano gli effetti interferenziali tra diversi sistemi.

Lo sviluppo di strategie per l’uso condiviso dello spettro radio rimane comunque un tema complesso che richiede di essere affrontato sia in termini di approcci regolamentari innovativi, sia in riferimento ad approfondite analisi di coesistenza tra sistemi che intendono operare sulla medesima banda oppure su bande adiacenti.

La Fondazione possiede ampie competenze in materia di analisi elettromagnetica e sviluppa strumenti software per svolgere analisi di propagazione e di coesistenza tra sistemi diversi che concorrono all’uso dello spettro. Gli studi hanno lo scopo di definire metodi di impiego delle frequenze che garantiscano la coesistenza tra diversi sistemi radio con predefiniti livelli di servizio e di qualità. La versatilità dei tool di calcolo permette elaborazioni anche di scenari di studio che spesso si riferiscono in modo peculiare ai casi d’uso italiani e che sono caratterizzati da specifici profili di complessità.

Le competenze della Fondazione riguardano anche l’aggiornamento e/o lo sviluppo di nuovi approcci regolamentari, necessari per facilitare l’accesso condiviso allo spettro da parte di sistemi diversi.

L’approccio multidisciplinare è indispensabile per comprendere del tutto i potenziali benefici e le possibili criticità che accompagnano l’uso condiviso dello spettro.