Salta al contenuto principale
 
Progetto
PACOS II
Potenzialità dell’accesso condiviso allo spettro – Seconda fase
Concluso
Committenza
Ministero dello sviluppo economico
Partner
ISCOM
Joint Research Centre (EC)
Obiettivi

Completare il quadro di conoscenza per il ultimare la regolamentazione europea per la banda 2.3 GHz.

Studiare la coesistenza tra radiomobile e utilizzi correnti in bande di frequenza di interesse per il 5G, progettando testbed sperimentali innovativi.

Impatto

Il Progetto ha contribuito al completamento del quadro di conoscenza a supporto della emanazione della regolamentazione europea per l’introduzione del wireless broadband nella banda 2.3-2.4 GHz.

Le metodologie di indagine sono state sviluppate per essere ulteriormente applicate allo studio della coesistenza con utilizzatori incumbent nelle bande candidate all’uso condiviso, da parte dei sistemi LTE evoluti e dei prossimi sistemi 5G.

Descrizione

Il progetto PACOS II costituisce la seconda fase degli studi sulle possibili interferenze tra i sistemi LTE nella banda 2.3-2.4 GHz e i ricevitori Wi-Fi nella banda adiacente. Questi studi sono svolti accogliendo l’invito della Commissione Europea agli Stati Membri a indagare le possibili problematiche interferenziali legate alla introduzione del Wireless Broadband nella banda 2.3-2.4 GHz.

Il Progetto amplia e potenzia gli studi e le attività sperimentali già impostati e avviati con il progetto PACOS, attraverso lo svolgimento di ulteriori test di laboratorio e in aria. In particolare l’insieme delle prove è significativamente incrementato in termini di numerosità di campioni e di situazioni interferenziali investigate. Anche il numero di dispositivi Wi-Fi sottoposti ai test è stato ampliato, le analisi di interferenza sono svolte per diverse situazioni di adiacenza spettrale e per diverse larghezze del canale LTE. Inoltre, l’esecuzione delle prove con segnali irradiati è analizzata in un nuovo scenario di indagine, installando una stazione radiobase e realizzando il collegamento con i terminali mobili in un diverso ambiente lavorativo. Le analisi di interferenza svolte su segnali irradiati, infine, contemplano la caratterizzazione sia dell’effetto interferenziale dovuto alle stazioni radiobase che ai terminali LTE.

Il Progetto, in aggiunta, approfondisce i metodi e le tecnologie per l’accesso condiviso allo spettro, oggi discusse sia per i sistemi di quarta generazione, sia per essere introdotte in modo nativo nei futuri sistemi 5G. Tale analisi consente di valutare la necessità di specifici approfondimenti teorici e sperimentali per le analisi di coesistenza nei nuovi scenari di utilizzo attesi per i sistemi radio di prossima generazione, considerando di pari passo la necessità di soluzioni realizzative evolute per i setup di laboratorio e per l’analisi di segnali irradiati.

Competenze