Salta al contenuto principale
 
Progetto
Monitoraggio 5G
Monitoraggio delle sperimentazioni 5G nelle bande 3700-3800 MHz nelle città Pilota
In corso
Committenza
Ministero dello sviluppo economico
Partner
Ispettorati territoriali del Mise
Obiettivi

La sperimentazione del 5G in Italia persegue il duplice obbiettivo di sperimentare servizi pre-commerciali vagliando le opportunità tecnologiche e di mercato, nonché di fornire al Paese la possibilità di testare i benefici che ne derivano. Il monitoraggio dei progetti garantisce che le proposte vincitrici siano sviluppate secondo gli impegni stabiliti, e fornisce al Paese gli elementi per stimare i benefici indotti dalla tecnologia.

Impatto

L’Italia potrà individuare le migliori prassi immediatamente realizzabili per migliorare la digitalizzazione delle Amministrazioni e delle Imprese e per facilitare un più efficace dispiegamento delle infrastrutture. L’Italia potrà condividere un'esperienza concreta in Europa tramite attività di comunicazione e disseminazione e tramite i propri contributi agli enti di standardizzazione.

L’attività di monitoraggio è cruciale nell’ambito della sperimentazione per la stesura della Roadmap 5G.

Descrizione

Il Progetto prevede di monitorare e valutare il corso dello svolgimento delle sperimentazioni 5G nelle città pilota, in coerenza con quando dichiarato dalle singole compagini in fase di aggiudicazione delle licenze sperimentali. Per ciascuna città opera in via sperimentale un consorzio di impresa (capofila gli operatori) così distribuiti: Milano (Vodafone), L’Aquila e Prato (Wind-H3G, Open Fiber), Bari e Matera (TIM e Fastweb).

Il monitoraggio di progetti che afferiscono al paradigma 5G, si rende tanto più capillare quanto più alta è la complessità stessa dei progetti proposti. I progetti, per loro natura trasversali a più ambiti, si svolgono secondo direttrici che possono essere assimilabili dal punto di vista degli aspetti trasmissivi e di qualità del servizio (rispetto di specifici KPI), mentre fanno riferimento ad aspetti profondamente peculiari (Settori Verticali) per ciò che concerne le finalità del singolo servizio proposto.

Come previsto all’art.13 dell’avviso pubblico del 16 marzo 2017 (Determina Direttoriale Prot. n. 18436), nel Progetto vengono condotte le attività di monitoraggio raggruppando i progetti presentati per categorie legate prevalentemente ai parametri di valutazione tecnica delle singole proposte. Sono inoltre monitorate e valutate le attività più settoriali legate alle specificità dei servizi sviluppati. Un ulteriore e non secondario aspetto delle attività di monitoraggio riguarda la valutazione dell’impatto elettromagnetico delle installazioni proposte in sede di progetto.

Le attività riguardano essenzialmente:

 

  1. Pianificazione e coordinamento del processo di monitoraggio e verifica
  2. Verifica dei tempi di realizzazione delle reti e dei servizi
  3. Valutazione della qualità tecnica della realizzazione dei progetti aggiudicatari
  4. Valutazione del Progetto in riferimento all’utilità sociale ed economica dei servizi implementati
  5. Valutazione del grado di coinvolgimento delle Istituzioni, delle PP.AA. e del tessuto imprenditoriale.
Competenze